Loading

CATEGORIA D

Il Comandante di Polizia Municipale è un dipendente della P.A. appartenente alla categoria D, che comprende i lavoratori aventi un grado di istruzione più elevato, essendo previsto il diploma di laurea.
La funzione di Comandante può essere attribuita solo a personale di comprovata esperienza con riferimento ai compiti specifici affidati e alla complessità dell’ente di appartenenza. Salva diversa disposizione del regolamento comunale, il Comandante riveste la qualifica apicale di responsabile del servizio all’interno del Comune; nel caso di Comuni associati la qualifica apicale è precisata dal regolamento relativo all’Unione dei Comuni.
È responsabile della gestione, addestramento, disciplina ed impiego tecnico-operativo degli appartenenti al Corpo e ne risponde al Sindaco, o nei corpi associati al Presidente della forma associativa, o suo delegato.

REQUISITI

• godimento dei diritti civili e politici
• età compresa tra i 18 e i 40 anni
• cittadinanza italiana
• non aver riportato condanne penali
• idoneità fisica e possesso dei requisiti psichici obbligatori per il porto d’armi
• diploma di laurea
• patente di guida di categoria B

ARGOMENTI TRATTATI

• Diritto costituzionale
• Diritto amministrativo
• Diritto penale
• Diritto processuale penale
• Legislazione di pubblica sicurezza
• La disciplina degli stranieri
• Comune, provincia e Città Metropolitana
• L’illecito amministrativo: i principi e le procedure applicative
• La polizia generale e l’ordinamento della polizia locale
• La polizia commerciale, annonaria e metrica
• Tutela dell’ambiente e del territorio
• Circolazione e infortunistica stradale

RELATORI

• Dott. Marco Cantori - (Comandante Polizia Locale)
• Avv. Francesca Sartoris - (Avv.to civilista)
• Dott. Marco Moreschini - (Funzionario Garante Europeo)
• Avv. Christian A. Lenzini - (Avv.to penalista)